//CASSAZIONE CIVILE. DUE SENTENZE SULLA RESPONSABUILITA’ PER MANUTENZIONE STRADE E ARREDO URBANO

CASSAZIONE CIVILE. DUE SENTENZE SULLA RESPONSABUILITA’ PER MANUTENZIONE STRADE E ARREDO URBANO

DA GIUFFRE’ DIRITTO E GIUSTIZIA

Cassazione civile, sez. III, 20/09/2011,  n. 1912

  • STRADE – Tutela e manutenzione delle strade
  • Strade – Tutela e manutenzione delle strade – Lavori in corso – Apertura al traffico – Obbligo di segnaletica – Gravante sull’appaltatore – Esclusione – Incombente sull’ente proprietario – Configurabilità – Fattispecie

In caso di perdurante apertura al pubblico traffico di un’area interessata da lavori in corso, permane l’obbligo di custodia dell’ente pubblico proprietario del tratto stradale, con la conseguenza che è tale ente ad essere tenuto, in via esclusiva, ad apporre adeguata segnaletica stradale, trattandosi di adempimento non riconducibile agli obblighi dell’impresa appaltatrice, in assenza di prova che il comune abbia, nell’ambito del contratto di appalto, trasferito all’impresa l’obbligo di una corretta ed efficace installazione della segnaletica in questione. (Nella specie, in un sinistro stradale mortale, nel quale una delle auto aveva imboccato un tratto di strada con divieto d’accesso non idoneamente segnalato, intercettando così l’altro mezzo coinvolto nello scontro, la S.C. ha riconosciuto la responsabilità ex art. 2051 c.c. del Comune per non aver provveduto alla segnalazione adeguata della non percorribilità del tratto in questione.

=====================================================================================================

DA GIUFFRE’ DIRITTO E GIUSTIZIA

RISARCIMENTO DANNI | 21 Giugno 2016

Cade a causa della pensilina: risarcita dalla società che doveva provvedere alla manutenzione della struttura

Esclusa la responsabilità del Comune. Sotto accusa solo l’azienda, operativa nel settore dell’arredo urbano pubblicitario: essa era proprietaria della pensilina e avrebbe dovuto curarne meglio la manutenzione. Alla persona danneggiata, una donna, però, solo 10mila euro di risarcimento: la caduta è stata provocata anche dalla sua scarsa attenzione.

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 12745/16; depositata il 21 giugno)

 

2016-10-14T08:08:11+00:00

About the Author: