IL COLLEGA DI FOGGIA DIMESSO DALL’OSPEDALE. HA RISCHIATO GROSSO.

Associazione Professionale Polizia Locale D'Italia

FOGGIA – Finalmente Pierluigi è tornato a casa. Le sue condizioni di salute in netto miglioramento gli hanno consentito di essere dimesso dal reparto di Neurochirurgia degli Ospedali Riuniti di Foggia. Come ricorderete, il Vice Sovrintendente Pierluigi Rizzi, durante lo svolgimento del servizio di istituto, nello specifico impegnato in posti di controllo interforze, veniva investito da un pirata della strada a bordo di uno scooter, che si dava alla fuga. Nell’impatto, il collega veniva travolto e sbalzato di alcuni metri, per poi cadere rovinosamente al suolo, provocandogli un grave trauma cranico, ingente perdita di sangue e microfratture su tutto il corpo.

Immediatamente soccorso dai colleghi e grazie al tempestivo intervento sia dell’auto-medica che dell’ambulanza, veniva sottoposto alle cure del caso e successivamente ricoverato in Ospedale con prognosi riservata.

Questo deplorevole episodio ha creato un forte sentimento di solidarietà nei confronti di Pierluigi, il quale riceveva le visite in Ospedale da parte del Prefetto, del Primo Cittadino, del Comandante della Polizia Locale e dei vertici della “Squadra Stato”, della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Inoltre,  vari messaggi di auguri sono giunti da colleghi da varie parti d’Italia.

A pochi giorni dall’accaduto giunge la seconda bella notizia, grazie ad una serratissima attività investigativa svolta dalla Squadra Mobile della Questura e dalla Polizia Locale del Capoluogo Dauno si è giunti all’identificazione del conducente e del passeggero, entrambi minori e del ritrovamento del relativo motociclo.

Al termine delle formalità, il conducente veniva deferito in stato di libertà alla Procura dei minori di Bari per i reati di omissione di soccorso, resistenza e lesioni personali.

L’ennesimo, grave episodio accaduto ad un appartenente della Polizia Locale, mette in risalto, ancora una volta, la necessità ormai improrogabile della riforma della Polizia Locale, come sostenuto a più riprese dalla nostra Associazione, volta ad una VERA equiparazione alle altre Forze di Polizia.

Nelle conversazioni avute con “Piero” già dal giorno dopo l’accaduto in ospedale, mi ha lasciato sorpreso la sua forza interiore e la sua volontà nel tornare il prima possibile in servizio, nonostante i forti dolori e la difficoltà nel muoversi, lui stesso ci teneva a dire: “Innanzitutto voglio ringraziare i colleghi che facevano servizio con me quel giorno e quelli subito accorsi, altro ringraziamento doveroso è rivolto alla famiglia ANVU che si è da subito fatta sentire vicina con una telefonata inaspettata e piacevole della Presidente Silvana Paci. Infine, nonostante questo episodio mi ha segnato fisicamente e moralmente, mi ha dato comunque uno spunto positivo da tener presente, cioè che tutto questo affetto ricevuto, ti ripaga di tutti gli sforzi che un Agente di Polizia Locale sostiene quotidianamente”.

 

 

 

Salvatore Piserchia

Consigliere Nazionale e

Presidente Provinciale ANVU

sez. di Foggia